Extraterrestre

Da Ufopedia.

(Differenze fra le revisioni)
(Derivati da carnivori (eccetto energetici))
(Derivati da erbivori (eccetto energetici))
 
Riga 243: Riga 243:
* [[Lemuri]]
* [[Lemuri]]
* [[Scimmie pelose]]
* [[Scimmie pelose]]
-
* [[Taurini]]
 
-
* [[Arietidi]]
 
* [[Caprini]]
* [[Caprini]]
* [[Grigi]] (oggi carnivori)
* [[Grigi]] (oggi carnivori)
 +
E una volta
 +
* [[Taurini]]
 +
* [[Arietidi]]
===Energetici===
===Energetici===

Versione attuale delle 14:09, 21 nov 2019

Rappresentazione artistica di un tipo di alieno molto popolare nelle opere di fantascienza, il Grigio di Zeta Reticuli nella Via Lattea

Extraterrestre è un aggettivo che indica qualsiasi oggetto di provenienza esterna al pianeta Terra. Ad esempio sono extraterrestri gli altri pianeti del sistema Solare ed il Sole, nonchè il resto della Via Lattea e le altre galassie. Può essere riferito a del materiale come ad esempio i meteoriti e le astronavi (vedi UFO) o a forme di vita estranee alla Terra.

L'esistenza (presente o passata) di forme di vita extraterrestre è considerata dalla scienza (almeno ufficialmente) solo ipotetica, dato che non sono mai state rese di dominio pubblico chiare prove di organismi o microorganismi al di fuori della biosfera terrestre. Alcune meteoriti mostrano tracce che somigliano a microorganismi primitivi, ma le prove rilasciate a riguardo non sono ancora conclusive (secondo la scienza ufficiale, obbligata dal governo al cover-up).

L'extraterrestre, detto anche alieno o Extraterrestrial Biological Entity (entità biologica extraterrestre cioè EBE), visto soprattutto come un essere dotato di intelligenza proveniente da un altro pianeta, è un personaggio che è stato descritto all'interno di innumerevoli opere di fantascienza, ma anche in altrettanti resoconti di avvistamenti - molti dei quali provati - da parte di persone di ogni nazionalità (anche qui si veda la voce UFO).

Le ALF o Alien Life Form sono forme di vita aliena come identificate dal progetto Gleem.

Indice

Possibili basi e origini di vita extraterrestre

Rappresentazione artistica di una ipotetica forma di vita basata sul silicio

Tutta la vita sulla Terra è basata su carbonio, idrogeno e ossigeno, e questo fatto potrebbe essere una costante anche per quanto riguarda altri pianeti alieni. Ci sono però altri elementi chimici che potrebbero ipoteticamente costituire la base per la vita, come ad esempio il silicio o l'azoto, ma anche l'acqua (H2O quindi idrogeno e ossigeno) o i fotoni (vedi le Teoria della vita di acqua e luce). Il punto di vista secondo il quale il carbonio è necessariamente la base di tutta la vita sugli altri pianeti, in quanto le sue proprietà chimiche e termodinamiche lo rendono di gran lunga superiore a tutti gli altri elementi, è stato soprannominato sciovinismo del carbonio.

Lo studio scientifico sulla possibile base biomeccanica della vita extraterrestre è noto con il nome di esobiologia o xenobiologia. Per alcuni la vita nell'universo è nata e si è evoluta autonomamente in punti diversi, differenziandosi. Mentre per altri, sostenitori della teoria detta panspermia, la vita è stata generata da un unico tipo di spore che hanno provveduto a una base comune per ogni specie su ogni pianeta.

Sull'esistenza di forme di vita aliene

È possibile che già nell'antico Egitto, in Babilonia e presso il popolo sumero si credesse nell'esistenza di vita extraterrestre (per l'ufologia, anzi, il loro dèi erano alieni e li vedevano e servivano tutti i giorni - vedi voce Anunnaki). Anche nell'Antica Grecia, nel VII secolo a.C., alcuni filosofi intuirono che nell'infinita estensione dell'universo sarebbe stato possibile imbattersi in altri mondi popolati.

Diogene Laerzio riferisce ad esempio come Anassagora ritenesse la Luna abitata (sbagliando, perchè sulla Luna non c'è atmosfera respirabile, ma forse in passato vi sono state basi aliene di passaggio, vedi le voci antiche città sulla Luna e Apollo 20, informazioni confermate dalle teorie di Zecharia Sitchin, vedi gli Igigi). Nella sua opera De Rerum Natura (circa 70 a.C.), Lucrezio speculava apertamente della possibilità di vita su altri mondi:

« Pertanto dobbiamo capire che esistono altri mondi in altre parti dell'Universo, con tipi differenti di uomini e di animali. »

Quando il cristianesimo prese piede, l'idea di vita extraterrestre divenne un'eresia, in quanto in contraddizione con la pretesa centralità dell'uomo nel piano della Creazione divina. Nel 1600 Giordano Bruno venne condannato al rogo dal potere ecclesiastico per queste ed altre idee ritenute contrarie alla dottrina cattolica dell'epoca.

Ai giorni nostri, alcuni sostengono che gli alieni visitino regolarmente il nostro pianeta. Gli UFO sarebbero i loro mezzi di trasporto su cui a volte portano alcuni umani per studiarli. Alcuni attribuiscono il fenomeno dei cerchi nel grano direttamente all'azione extraterrestre (fulmini globulari, sfere di luce o BOL). Oggi la scienza accademica ritiene che l'unico contatto possibile con la vita extraterrestre all'interno del sistema solare sarebbe quello con ipotetici microorganismi su altri pianeti e sulle loro lune. Anche se questa fosse l'unica possibilità (e secondo l'ufologia moderna non lo è, in quanto esisterebbero numerose razze aliene, tra cui gli alieni nordici, i rettiliani e i grigi), potrebbe comunque essere pericolosa date le possibilità di contagio da batteri particolarmente aggressivi di origine extraterrestre (basti pensare che gli Indios d'America sono stati falciati a milioni dalla banale influenza europea). Alcuni ufologi ipotizzano che il virus dell'AIDS sia uscito dalle basi sotterranee popolate dai grigi, quindi sia un virus alieno (vedi le teorie del medico statunitense Robert Strecker).

Ricerca scientifica

Diretta

Gli scienziati accademici sono alla ricerca di una qualche prova dell'esistenza di vita unicellulare sui pianeti del sistema solare, portando avanti gli studi sulla superficie di Marte ed esaminando i meteoriti caduti sulla Terra. È stata proposta anche una missione per Europa, una luna del pianeta Giove, che si ipotizza possa contenere delle riserve liquide sotto la sua superficie; rimane da verificare, oltre alla reale esistenza di queste riserve, se sono costituite da acqua o da componenti gassosi allo stato liquido a causa delle basse temperature (metano o ammoniaca); sono previste spedizioni di sonde nel futuro per cercare di indagare la cosa.

Nel 1996 è stata scoperta all'interno di un meteorite, ALH 84001, proveniente da Marte, la presenza di una struttura fossilizata che potrebbe essere compatibile con i residui dovuti al metabolismo di qualcosa simile a batteri. Tuttavia la reale natura di questa struttura (residuo di batteri alieni di un lontano passato o semplice configurazione casuale all'interno del meteorite) è tutta da verificare.

Nel febbraio del 2005, due scienziati della NASA avevano inizialmente riferito di aver trovato quella che essi definivano una possibile prova della presenza di vita su Marte (Berger, 2005). In particolare, i due scienziati, Carol Stoker e Larry Lemke, si erano basati sul fatto che alcuni segni spettrografici di metano nell'atmosfera marziana sono molto simili al metano prodotto da alcune forme di vita primitive sulla Terra; tuttavia i due scienziati in seguito ritrattarono le loro affermazioni (non si sa se perchè accortisi di un loro errore di valutazione o perchè obbligati all'insabbiamento dai servizi segreti, vedi Men in Black). Nonostante questo alcuni scienziati considerano ancora plausibile l'ipotesi riportando alcune rilevazioni che potrebbero essere compatibili con un'origine biologica del metano su Marte (Michelson, 2005).

Parte dell'antenna del radiotelescopio di Arecibo usato per il programma SETI

Indiretta

È stato teorizzato che una società altamente tecnologica comunichi attraverso lo spazio grazie alla trasmissione di informazioni in molteplici forme. Progetti come il SETI conducono attualmente ricerche in questo senso, vagliando le informazioni che vengono ricevute dallo spazio attraverso i radiotelescopi, in cerca di onde radio anomale che possano confermare la presenza di vita intelligente.

Comunicare con gli extraterrestri

Come ci viene mostrato in opere di fantascienza quali ad esempio Contact di Carl Sagan, se anche incontrassimo una forma di vita intelligente, dovremmo tener conto di alcune difficoltà tra cui:

Come potrebbero essere gli alieni

Attraverso i mezzi di comunicazione di massa, come film e spettacoli televisivi, gli extraterrestri dotati di intelligenza vengono solitamente dipinti come umanoidi, cioè di forma somigliante a quella umana (quattro arti, simmetria, stazione eretta ecc.); un esempio di questo tipo è costituito dagli esseri denominati Grigi, che costituiscono un popolare tipo di alieno. Altri tipi di possibili alieni sono i Rettiliani e i Nordici. Oggi molti scienziati accademici (sbagliando in buona fede, o per imposizione dei servizi segreti ndr) sostengono che ci sono pochissime possibilità che una forma di vita aliena possa somigliare minimamente a noi, considerate tutte le possibili variabili che potrebbero fare la differenza, come quelle ambientali (prima fra tutte la forza di gravità differente da quella terrestre) e quelle legate al processo evolutivo. D'altra parte, l'ufologia attuale ha raccolto testimonianze secondo cui la maggior parte degli alieni evoluti avrebbe stazione eretta, due occhi, due braccia e due gambe (variabili code e numero di dita, squame e sistema digestivo e riproduttivo, altezza, forza e dimensioni della testa). Vedi rettiliani, grigi, felinoidi, cariani, arturiani, iargani, insettoidi, tau cetians, anfibioidi, ecc. Eccezione sono le forme di vita evoluta spaziali simili ai delfini (vedi Cetacei Lyriani e Precetacei Lemuriani) e ai polipi (vedi polipoidi) e le forme di vita energetiche (vedi alieni Lux, Angeli, Dio) e androidi (androidi andromediani). Per questo l'ufologia confermerebbe le teorie dello sciovinismo del carbonio, della esistenza normale e numerosa dei pianeti abitati nell'universo (vedi il Principio di mediocrità secondo l'equazione di Drake) e della prevalente forma umanoide (stazione eretta, pollice opponibile, simmetria, due braccia e due gambe) della vita extraterrestre (non esclusiva, si veda la vita acquatica, androide ed energetica).

Ufologia e incontri ravvicinati

L'ufologia è un variegato movimento d'opinione, sorto dopo la seconda guerra mondiale, i cui sostenitori professano in genere che gli oggetti volanti non identificati (UFO) siano astronavi di origine extraterrestre, in genere pilotate da alieni (a volte droni controllati in remoto come possono essere le sfere di luce).

È stata anche studiata una classificazione per discriminare i diversi tipi di avvistamenti di UFO, chiamata classificazione Hynek (dal nome dell'astrofisico Josef Allen Hynek). Un buon numero tra i sostenitori dell'ufologia credono che si siano verificati vari casi di contatto più o meno ravvicinato tra esseri umani ed entità extraterrestri, e addirittura casi di rapimento (abduction).

Sostenitori dell'esistenza degli extraterrestri ne hanno descritto diverse specie: i Grigi, esseri umanoidi con la pelle generalmente sul grigiastro, da cui il nome, ritenuti i primi responsabili dei rapimenti (abductions); i Rettiliani, esseri dalle sembianze di rettili, provenienti da Alpha Draconis, con muscolatura molto sviluppata e potente, questi esseri sembrano essere la vera minaccia per l'uomo perché si ritiene abbiano schiavizzato i Grigi e forse influenzino anche la nostra politica (vedi la teoria del complotto di David Icke); gli Alieni nordici, esseri dalle fattezze umane caucasiche, ma molto più alti; i Siriani, sempre umanoidi ma di tipo mediorientale; gli Anfibioidi, esseri somiglianti a delle rane, ma molto più massicci; gli Insettoidi, creature che ricordano, per la forma del cranio, degli insetti e infine citiamo gli esseri di luce, inquietanti esseri incorporei circondati da una luce molto forte simile all'aura, questi sconoscuti infondono a chi li ha incontrati maggiore bontà e coscienza.

Ufologia: classificazione di alieni per categorie e foto di UFO

Perché gli alieni dovrebbero assomigliare agli animali terrestri? Perché come l'animale mammifero Homo Sapiens Sapiens è riuscito a dominare il proprio pianeta e gli altri animali, per selezione naturale e/o interventi esterni (militari, politici, di aiuto tecnologico o per ingegneria genetica) di specie aliene "amiche"/angeli e/o da Dio, analogamente in altri sistemi solari, in altri pianeti non è detto che la stessa nostra selezione naturale non abbia fatto vincere un'animale. La similitudine su tutti i pianeti delle forme di vita che vi nascono e sviluppano è dato dal fatto che le soluzioni biologiche vincenti che madre natura inventa e seleziona sono sempre le stesse, in qualunque pianeta lo sviluppo della vita rinasca separatamente ed in modo isolato dagli altri pianeti (necessari sempre e solo un sole alla giusta distanza ed acqua liquida). Cio non vale completamente per le specie spaziali che vegono sviluppate da altre attivamente mediante l'ingegneria genetica (come l'Homo Sapiens Sapiens creato da felinoidi, clarion ed anunnaki, gli alieni nordici e gli anunnaki creati dai felinoidi, i Rettiliani creati dai cariani ed i Siriani creati agli alieni nordici). Poi, almeno in quest'universo, ogni singola anima o pianeta che progredisce nel Gioco Universale, sale di grado (di Dimensione astrale) fino a raggiungere il 6°, a partire dal quale le specie spaziali hanno un corpo solo energetico e sono al di là del tempo (quindi diventano "energetici" vedi classificazione).

Se per alieni si intende una qualsiasi vita, anche sulla Terra, non ancora scoperta si vedano le Civiltà aliene sotterranee (note come colonia rettiliana del Monte Shasta, colonie andromediane o siriane note come Agartha, Shamballa), la Teoria della vita di acqua e luce e Teoria delle basi aliene sulla Terra, la Teoria del complotto sulle malattie aliene, la Teoria degli alieni in incognito.

Umanoidi (parte dei mammiferi, probabilmente si possono incrociare generando discendenza non sterile)

Derivati da umanoidi ma energetici:

Anche umanoidi (misti ad altri tipi):

"Vita" androide

In comunità mista (con biologici):

Mammiferi

E una volta

Insetti

Anfibi

Acquatici

E una volta

Di prima generazione da ingegneria genetica

Di seconda generazione da ingegneria genetica

Terrestri (eccetto energetici)

Nel senso che calcano la terra solida, non che hanno per pianeta la Terra:

E una volta

Rettili

Aerei

Derivano dai volatili (uccelli e pterodattili) ma col tempo hanno perso la capacità di volare (si presume):

Derivati da carnivori (eccetto energetici)

E una volta

Derivati da erbivori (eccetto energetici)

E una volta

Energetici

"Etnie"

Gruppi

Singoli

Immagini dei mezzi di trasporto (UFO)

Filmografia

Alcuni film di fantascienza che hanno per tema gli extraterrestri (in ordine alfabetico):

Fiction televisive

Alcune fiction TV di fantascienza che hanno per tema gli extraterrestri (in ordine alfabetico):

Bibliografia critica

Aspetti culturali

Voci correlate

Strumenti personali
Namespace
Varianti
Azioni
Menu principale
Strumenti